Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI
Unindustria
     

Circolare Gruppi Merceologici N. 37 - 06/10/2017

TESTO UNICO IN MATERIA TURISTICA- LEGGE REGIONALE N.16-2017 ATTO DI INDIRIZZO INTERPRETATIVO E APPLICATIVO

La Giunta Regionale lo scorso 22 settembre ha approvato la Deliberazione 44/32.

Con riferimento alla LR n.16 del 28/07/17, modificata dalla LR 21 del 14-09-17, contenente “Norme in materia di Turismo”, segnaliamo che la Giunta Regionale lo scorso 22 settembre ha approvato la Deliberazione 44/32 contenente un Atto di indirizzo interpretativo e applicativo della Legge regionale n. 16 del 2017.

Nello specifico l’Ufficio legislativo del Ministero dei beni e della attività culturali e del Turismo, con nota del 5 settembre 2017, aveva formulato osservazioni sulla disposizione della LR n. 16 del 2017, nella parte in cui prevede nei campeggi “è (inoltre) consentita la presenza di tende, caravan, autocaravan, mobil-home, maxi-caravan, case mobili o altri simili mezzi mobili di pernottamento o altri manufatti non vincolati al suolo, quali mezzi sussidiari di pernottamento, nel limite di una capacità ricettiva non superiore al 35 per cento di quella complessiva della struttura”. Il Ministero ha quindi richiesto adeguate assicurazioni e l’impegno formale a che eventuali incrementi volumetrici non violino le disposizioni del Piano paesaggistico regionale” e che siano “assoggettati al previo rilascio di apposita, puntuale, autorizzazione paesaggistica”

In data 19 settembre 2017 il Ministero ha concordato con la Regione affermando che la predetta disposizione costituisce esercizio della competenza legislativa primaria in materia di turismo (articolo 3, lettera p. dello Statuto della Regione Sardegna, approvato con la legge costituzionale n. 3 del 26 gennaio 1948), ribadendo il carattere definitorio e meramente descrittivo della norma richiamata.

Tuttavia al fine di evitare che tra la disposizione contenuta nell’articolo 15, comma 1 e il Codice dei beni culturali e del paesaggio (e per esso, il Piano paesaggistico regionale), possa solo astrattamente ipotizzarsi un contrasto, la Giunta Regionale ha deciso, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a) della legge regionale n. 31 del 13 novembre 1998, di adottare il seguente indirizzo applicativo e interpretativo:

la norma contenuta nell’articolo 15, comma 1 della legge regionale n. 16 del 2017, deve essere intesa nel senso che all’interno dei campeggi l’installazione di “mobil-home, maxicaravan, case mobili o altri simili mezzi mobili di pernottamento o altri manufatti non vincolati al suolo, quali mezzi sussidiari di pernottamento”, deve avvenire nel rispetto delle norme urbanistiche, edilizie e delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e del Piano paesaggistico regionale che gli da attuazione.

 

Giuseppe CONTU

uffici di Olbia

contu@confindustriacns.it